Progetti della Scuola Primaria

Scuolaprimaria lezioni su tablet e pc
La nostra area progettuale comprende:

  • Progetto Lingue
  • Progetto informatico Laboratorio “L’ora del codice” (sviluppo del pensiero computazionale e del linguaggio di coding)
  • Progetto accoglienza/Raccordo
  • Progetto Benessere( Affettività, Sicurezza, Legalità, Prevenzione)
  • Progetto Intercultura
  • Progetto Teatro
  • Laboratorio di scrittura creativa
  • “A scuola con il tablet” Piattaforma didattica Snappet per coniugare contesto digitale e contenuti tradizionali, migliorando e rendendo notevolmente più veloce l’apprendimento degli alunni attraverso percorsi di consolidamento, recupero e potenziamento.

I PROGETTI hanno lo scopo di realizzare in modo più mirato ed approfondito alcuni obiettivi di natura sia educativa che didattica.

Una bambina della primaria in classe
I vari progetti fungono da “contenitori”: ogni anno contenuti e processi vengono verificati e modificati o sostituiti a seguito di un attento monitoraggio da parte del Collegio Docenti, sulla base degli esiti ottenuti ed al vaglio di nuove e più adeguate proposte.

I contenuti dei progetti costituiscono, dunque, il percorso adottato annualmente dai docenti e sono, quindi, suscettibili di aggiornamenti o modifiche. Attualmente la scuola primaria si avvale dei seguenti progetti:

PROGETTO INTERCULTURA

Con questo progetto la Scuola Europa intende dare ai ragazzi il proprio contributo allo sviluppo di una sensibilità aperta ai problemi del mondo della solidarietà e della pace, non solo attraverso la sfera cognitiva, ma anche attraverso quella dell’affettività e dell’agire pratico. Tale progetto ha tre obiettivi formativi di base:

  • promuovere la formazione di conoscenze e atteggiamenti che inducono a stabilire rapporti dinamici tra le diverse culture cui il ragazzo sempre più spesso viene in contatto;
  • creare un clima favorevole al dialogo, alla comprensione, alla collaborazione;
  • stimolare l’accettazione delle idee e dei valori delle altre culture, sia come rafforzamento della propria identità culturale sia nella prospettiva di un reciproco confronto e arricchimento.

Al fine di coinvolgere i ragazzi in un impegno concreto che ne stimoli il senso di responsabilità, la scuola dell’infanzia e la scuola secondaria di primo grado si sono fatte promotrici di un’iniziativa di solidarietà quale l’adozione a distanza di bambini, originari di Paesi in via di sviluppo, che vengono mantenuti negli studi. Per coinvolgere responsabilmente gli alunni in tale iniziativa ogni anno viene attivata una raccolta fondi nel periodo natalizio. Altre iniziative specifiche, legate all’intercultura, vengono attuate in collaborazione con enti/associazioni no-profit.

PROGETTO ORIENTAMENTO

Orientamento degli alunni
Coinvolge tutti gli ordini di studio. Mira a creare un percorso formativo che accompagna gradualmente l’alunno dall’infanzia all’adolescenza fino alla piena consapevolezza di sé, valorizzando le diversità, strutturando progressivamente le condizioni per l’emergere di interessi e potenzialità, affinando i processi di decisione, sviluppando gradualmente le capacità di relazione, progettazione, valutazione.

All’ORIENTAMENTO FORMATIVO propriamente detto si integra, l’ORIENTAMENTO INFORMATIVO, che tende a consentire agli studenti il diritto al successo negli studi nel delicato passaggio nei diversi ordini di studio, contrastando il fenomeno della dispersione scolastica, mediante la comprensione della realtà esterna e delle proprie attitudini.

Il progetto si delinea secondo una strutturazione articolata in fasi, garantita oltre che da docenti referenti, dalla presenza /consulenza di uno psicologo presente in sede.

INCLUSIONE ALUNNI

Ritenendo la scuola come un importante luogo di vita e di apprendimento nel quale “star bene” particolare attenzione è posta nell’inserimento degli alunni in difficoltà.

Vera integrazione che si realizza dando continuità all’azione formativa, adeguando strategie e metodi allo sviluppo del bambino e mantenendo un filo conduttore tra i diversi ordini di studio.

Si è costituito all’interno della scuola una commissione preposta a supportare alunni, genitori, docenti in relazione ad alunni con difficoltà di apprendimento o bisogni educativi speciali.

A tale proposito è stato predisposto un apposito protocollo secondo le vigenti disposizioni di legge.
Per ogni ordine di studio è stata elaborata una procedura specifica.

PROGETTO BENESSERE

Ragazzi della primaria durante pausa merenda
Questo percorso ha come obiettivo generale quello di aiutare i ragazzi nella ricerca della propria identità prevenendo i disagi preadolescenziali e adolescenziali centrando l’attenzione su precisi punti:

  • Educazione all’affettività e alla sessualità
  • Educazione alla sicurezza
  • Educazione alla legalità
  • Educazione alimentare
  • Prevenzione dipendenze alcool, droga, tabacco

Nel corso dell’anno i progetti potranno anche avvalersi dell’apporto di consulenti specialisti esterni.

PROGETTO TEATRO/ATTIVITA’ ESPRESSIVE

Costantemente attenta alla valenza educativa delle sue proposte didattiche, la Scuola Europa vanta una lunga e ricca tradizione di attività teatrali in senso lato (legate cioè all’uso della voce, del canto, del suono, della gestualità, della danza) da sempre concepite come aiuto indispensabile alla crescita personale e collettiva e come stimolo allo sviluppo della creatività, della fantasia e dell’espressività.

Pertanto il progetto coinvolge tutti gli ordini di studio, con percorsi differenziati a seconda delle fasi di crescita ed inseriti nel curriculo come occasioni di approfondimento interdisciplinare, che sfociano in attività quali spettacoli teatrali di vario genere, mostre, esibizioni di canto corale e solisti.

PROGETTO ACCOGLIENZA

Relax e divertiemnto a scuola
Il progetto ha come scopo precipuo quello di sviluppare e potenziare, in ogni alunno, un solido e costruttivo “senso di appartenenza” alla scuola, intesa come comunità nella quale crescere, formarsi,confrontarsi nella diversità, trovare supporti, instaurare rapporti di amicizia importanti sul rispetto di se stessi, degli altri, delle regole. Sentirsi “accolti” riteniamo sia il primo importante gradino per il successo formativo e, su questo aspetto, intendiamo operare attraverso attività mirate a favorire la conoscenza e l’integrazione nell’ambiente scolastico, la formazione del gruppo classe, il graduale passaggio tra un ordine di studio e l’altro.

Nel “tempo accoglienza”, previsto per il primo bimestre dell’a.s., si concentrano alcune iniziative particolarmente significative che coinvolgono di volta in volta gli alunni di vari organi di studi, i docenti, le famiglie, gli ex-allievi:

Uscita di accoglienza/inaugurazione a Villa Grugana dall’ultimo anno della Scuola dell’Infanzia alla Secondaria di II grado)

Nel corso dell’anno il progetto si snoda, attraverso iniziative di istituto ; sono previsti momenti significativi di chiusura dell’anno scolastico (con premiazioni, saggi, mostre di elaborati…).

CRITERI DI FORMAZIONE CLASSI PRIME

Una classe della primaria
In caso di elevato numero di bambini iscritti alla Classe Prima la formazione delle classi verrà effettuata a cura del team psicopedagogico della Scuola.

L’Equipe sarà così composta:

  • Insegnanti dell’ultimo anno della Scuola dell’Infanzia
  • Le insegnanti incaricate alle future prime della Scuola Primaria
  • Psicologo della Scuola
  • Le coordinatrici della Scuola dell’Infanzia e della Scuola Primaria

La composizione delle classi verrà svolta in stretta connessione con:

  • La valutazione espressa dalle insegnanti della nostra scuola dell’Infanzia. Per i bambini provenienti da altre scuole,analisi della documentazione della scuola di provenienza.
  • Valutazione dei test cognitivi somministrati sia sui bambini della nostra scuola sia sui bambini provenienti da altre scuole.
  • Tenendo sempre presente la formazione ottimale del gruppo-classe,verranno anche valutate le preferenze espresse dalle famiglie in merito a insegnanti e compagni.

PROGETTO SPORTIVO

Educazione fisica in palestra, Milano
L’educazione motoria si propone di aiutare il bambino a crescere e a formarsi una personalità attraverso la conoscenza e la consapevolezza della propria identità corporea, oltre che a prendersi cura della propria persona e del proprio benessere.

Le attività motorie e sportive forniranno all’alunno le occasioni per riflettere sui cambiamenti morfo-funzionali del proprio corpo in modo da accettarli come espressione di crescita e di maturazione.

Inoltre, partecipare alle attività motorie comporta condividere con altre persone esperienze di gruppo, promuovendo l’inserimento anche di alunni con difficoltà motorie, esaltando il valore della cooperazione e del lavoro di squadra.

Il gioco e lo sport sono, infatti, mediatori e facilitatori di relazioni e d’incontri. Sono previste uscite didattiche durante le quali i bambini avranno la possibilità di partecipare ad eventi sportivi dove potranno confrontarsi con bambini appartenenti a scuole diverse.

PROGETTO CODING

La Scuola Europa ha aderito alla proposta “Programma il futuro” del MIUR in collaborazione col CINI (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica), il cui obiettivo è formare nei bambini e ragazzi il “pensiero computazionale” sviluppando le competenze logiche e le capacità di risolvere problemi in modo creativo ed efficiente.
Il progetto “L’ora del codice”, consiste in una serie di lezioni interattive che insegnano ad utilizzare il linguaggio di programmazione per realizzare piccoli progetti e risolvere problemi.

A SCUOLA CON IL TABLET

La Scuola Europa ha aderito al Progetto Snappet, insegnamento attraverso il tablet. Tale progetto coniuga contesto digitale e contenuti tradizionali, migliorando e rendendo notevolmente più veloce l’apprendimento degli alunni attraverso una serie di lezioni adattive e graduali (la piattaforma genera lezioni ad hoc per il recupero, il consolidamento e il potenziamento delle competenze di ogni alunno).
La piattaforma Snappet (integrandosi e non sostituendosi alle lezioni tradizionali con i libri di testo e i quaderni) rende l’apprendimento più stimolante e individualizzato, permettendo lezioni diversificate secondo i bisogni specifici di ogni alunno, favorendo l’inclusione di alunni con BES.

PROGETTO LETTURA E SCRITTURA CREATIVA “IO LEGGO, IO CREO…IO SCRIVO”

La Scuola Primaria annovera fra i suoi scopi principali il favorire la capacità di leggere, di capire il testo scritto, di conoscere vari generi letterari e di fornire ai ragazzi la ricchezza della lettura come piacere, fonte di conoscenza e momento di intimità.
Obiettivi:

  1. Stimolare gli alunni al gusto e al piacere della lettura
  2. Avvicinarli ai diversi generi letterari, permettendo loro di comprenderne le caratteristiche peculiari
  3. Coinvolgerli affinché vivano la lettura come piacere personale
  4. Far vivere agli alunni la lettura come un momento di intimità
  5. Educarli, attraverso la scrittura creativa, alla fluidità del pensiero, alla flessibilità della parola, alla originalità delle soluzioni, all’immaginazione, sviluppando così il pensiero divergente
  6. Permettere agli alunni di scoprire la propria emotività attraverso la lettura

Applicabilità
Il progetto è indirizzato a tutti gli alunni della Scuola Primaria con una frequenza settimanale di 1 ora, dalle 13.15 alle 14.15, per singole classi o per classi parallele.

Bilingual storytelling

L’arte del racconto, molto più di una tecnica narrativa

A Milano, presso la Scuola Europa, è stato progettato e introdotto un modulo pioneristico per la didattica nella scuola primaria: il Bilingual Storytelling (BLS) inserito nel contesto CLIL.
Da una metodologia di comunicazione tipica del mondo business – che ne fa uso principalmente nell’ambito della comunicazione pubblicitaria – ai banchi di scuola in cui sono gli alunni di 6-8 anni a prendere la parola con l’obiettivo di costruire storie coinvolgenti e partecipate emotivamente.

All’elemento più specificatamente comunicativo si aggiunge la caratteristica di essere in lingua inglese: un modo per appropriarsi delle tecniche del linguaggio e apprendere la lingua in modo ludico, spontaneo e fortemente motivato.

Quando è l’emozione a guidare l’apprendimento, quando è l’espressione individuale ad emergere, il processo cognitivo è più fluido.

Socials

Primaria

Primaria

Coordinatrice delle Attività Didattiche ed Educative: Patrizia Pasqualini

Interviste Juniors

Cosa dicono gli alunni ...

Tour della Primaria

Certificazione Linguistiche Trinity

Certificazione Linguistiche

Trinity Awards - lingua inglese per l'Infanzia e la Primaria

ELM

Novità per l'anno scolastico 2017/18

experimental-laboratory-method-elm

NUOVA LINGUA CINESE

il-cinese

ECDL IN CLASSE

LIBRI DI TESTO

Video Youtube

CITY EUROPA

Calendario

< 2017 >
Iuglio
LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Ultime news dalla Primaria

Tutte le news dalla Primaria